Sopravvissuto ad Auschwitz cerca gemello su Facebook

images.jpegDopo aver cercato per una vita intera il fratello gemello, Menachem B, un uomo di 72 anni, ha deciso di affidare la sua ricerca a Facebook. I fatti risalgono alla II Guera Mondiale quando i due fratellini gemelli, di 4 anni, furono prelevati dai nazisti e deportati ad Auschwitz: al loro arrivo nel lager i due furono immediatamente divisi. Menachem sa che anche il fratello si salvò dallo sterminio ed uscì vivo dal campo di concentramento, con il numero  A7734, tatuato sul braccio.
Per trovare il gemellino Menachem, che vive oggi in Israele, s’é affidato a Ayana KimRon, l’esperto genealogista che ha aiutato tanti sopravvissuti come lui a rintracciare i propri cari. L’esperto ritiene che i due bambini si fossero salvati prorio perché gemelli, quindi destinati agli esperimenti criminali sulla razza. Dalle ricerche è emerso che il fratellino di Manachem fu iscritto nei registri con il soprannome Jolli, nel maggio del 1944, ma dopo la liberazione i bambini si sono persi di vista: Manechem trova un uomo alla ricerca della sua famiglia, che si occuperà di lui e che diventerà suo padre adottivo. Ma gli è sempre rimasta nel cuore la voglia di rintracciare Jolli, il fratellino che non ha mai conosciuto veramente ma che ha condiviso con lui l’orrore dei campi di concentramento e per questo motivo ha deciso di cercarlo proprio su Facebook.

Sopravvissuto ad Auschwitz cerca gemello su Facebookultima modifica: 2013-03-17T10:43:44+01:00da jack7371
Reposta per primo quest’articolo