Coni: basta tessere omaggio allo stadio per i politici

tribuna_testimoni_geova.jpgIl Comitato Olimpico italiano ha deciso di porre fine alle tessere omaggio per entrare gratis negli stadi  per i politici. Il Coni, con un semplice comunicato stampa ha detto che per “evitare strumentalizzazioni su favori e privilegi riservati ai parlamentari, ha deciso di non rilasciare più la concessione della tessera riservata ad onorevoli e senatori per l’accesso alle manifestazioni sportive sul territorio nazionale.”
Il colpo di scure su una delle rendite forse più ambite da parte dei politici, che consentiva un’ampia visibilità oltre a saziare gli eventuali appetiti del politico-tifoso, di calcio soprattutto, è giunto con grande tempismo ad appena tre giorni dall’insediamento del nuovo Parlamento. Il Coni di Giovanni Malagò, anche lui fresco di nomina alla presidenza, ha voluto dare un segnale, almeno per quanto riguarda le manifestazioni da lui patrocinate.
Uno dei primi commenti è stato quello di Ignazio La Russa, uno dei più accaniti frequentatori degli stadi italiani: “La tessera non l’ho mai usata; al Meazza dove seguo l’Inter consente l’accesso ma non un posto in tribuna”, dice, e poi aggiunge “Non credo davvero che con questa decisione si aggiusteranno i conti dello Stato. Mi sembra una iniziativa che segue i tempi, che il Coni abbia voluto prendersi una medaglietta. Non dico che bloccare le tessere sia sbagliato, ma cambierà poco.”
Accoglie invece l’iniziativa in modo postivo Claudio Lotito: “È un segnale giusto e in controtendenza con il sistema dei privilegi, afferma,  in un momento in cui il Paese versa in condizioni economiche precarie, è una scelta etica, dato che i cittadini si aspettano pari dignità e trattamento, e in linea con i valori dello sport.”

Coni: basta tessere omaggio allo stadio per i politiciultima modifica: 2013-03-19T10:34:31+01:00da jack7371
Reposta per primo quest’articolo